Versioni dei Power Commander

Power Commander I
(non più in produzione)

 

 

 

 

pc1

Il primo modello di Power Commander fu presentato nel '97 e realizzato per Suzuki TL1000S, TL1000R e GSXR750 '98. Offriva solo la possibilitÓ di agire sulla miscelazione ed il suo successo, seppure in quantitativi limitati, ha preparato la strada alle successive versioni. La sua produzione Ŕ cessata nel 1999.

 

Power Commander II
(non più in produzione)

 

logo pc2

pc2

Presentato nel 1999, dotato della elettronica pi¨ avanzata, presenta alcune caratteristiche nuove come i tasti di regolazione sulla facciata superiore. Consente regolazioni della miscelazione e, su alcuni modelli, anche dell'anticipo accensione. Utilizza una tecnologia "sensor offset" per regolare le curve carburante. I segnali provenienti dai vari sensori dell'impianto di iniezione della moto sono monitorati dal PC-II, ricalcolati ed inviati alla centralina per ottenere la curva desiderata.

 

Power Commander III
(non più in produzione)

 

logo pc3

pc3

Presentato nel 2000 ed esternamente simile al PC-II, usa tecnologia "direct injector control" per controllare la curva del carburante su modelli che non possiedono sensori che consentano una sufficiente regolazione della miscelazione con la tecnologia dei PC-II. Il PC-III prende l'impulso diretto a'iniettore in uscita dalla centralina e ne cambia l'ampiezza. Dynojet applica il PC-II od il PC-III a seconda del modello di impianto di iniezione di cui la moto Ŕ dotata. Non vi sono differenze prestazionali tra PC-II e PC-III.

 

Power Commander III-R
(non più in produzione)

 

logo pc3-r

pc3-r

Il Power Commander III-R, presentato nel Novembre 2000, usa la stessa tecnologia "direct injector control" del PCIII. La versione "R" contiene circuiti addizionali e, in taluni casi, anche connettori addizionali che consentono anche la regolazione della curva d'anticipo, oltre che di quella carburante. La regolazione dell'accensione consente risultati altamente positive nell'uso agonistico, dove Ŕ pi¨ facile che vengano usati carburanti speciali e messe a punto pi¨ "spinte" del motore.

 

Power Commander III USB

 

logo pc3usb

 

 

pc3 usb

Il Power Commander IIIusb presentato nel 2003 utilizza la stessa tecnologia "direct injector control" del PCIII. La porta USB (Universal Serial Bus) fornisce un istantanea e sicura connessione fra il Power Commander e il computer. Questo modello inoltre dispone di una porta di espansione per future aggiunte di moduli come l'accensione.

 

Power Commander V

 

 

Il Power Commander V presentato per i modelli di moto 2009 utilizza la stessa tecnologia "direct injector control" del PCIIIusb. Il PCV include le funzioni dell' HUB Multifunzione (accessorio del PCIIIUSB). La tecnologia can-bus permette di accelerare ulteriormente i tempi di trasmissione dei dati e le dimensioni sono ulteriormente ridotte. Nel PcV oltre a tutte le funzioni del PCIIIUSB è presente la lettura della marcia inserita, della velocità, ed include la funzione della doppia mappa selezionabile in tempo reale. Offre quindi la possibilità di creare mappe separate oltre che per ogni songolo cilindro anche per singola marcia, e di programmare correzioni in funzione della velocità. Un modulo aggiuntivo permetterà di controllare i 4 iniettori superiori nelle moto dotate di 8 iniettori.
Inoltre unendo la tecnologia del nuovo WB2 la PCV ha la funzione dell'automappa con due diversi livelli di funzionalità.

Home